Sblocca

logout

Inserisci qui sotto il codice di sblocco

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque consequat odio vel dolor volutpat et varius ligula tristique. Curabitur lacinia porttitor lorem, non venenatis massa molestie sed. Etiam nunc tellus, tempus a sagittis eu, egestas non lorem. Etiam adipiscing, turpis eu consectetur vestibulum

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque consequat odio vel dolor volutpat et varius ligula tristique. Curabitur lacinia porttitor lorem, non venenatis massa molestie sed. Etiam nunc tellus, tempus a sagittis eu, egestas non lorem. Etiam adipiscing, turpis eu consectetur vestibulum
imparosulweb

Didattica Inclusiva

Il portale dedicato alla didattica inclusiva a supporto di BES e DSA rivolto a insegnanti, genitori, studenti. Un glossario sempre aggiornato per orientarsi fra sigle e definizioni, un team di esperti per rispondere alle vostre domande, un occhio alla normativa e tanto altro.

Mappe concettuali e mappe mentali: modelli teorici e utilizzo didattico

Mappe concettuali e mappe mentali: modelli teorici e utilizzo didattico

Articolo di Annapaola Capuano, Franca Storace, Luciana Ventriglia


Da alcuni anni il termine “mappa concettuale” è diventato un caposaldo del lessico “scolastico”, dalla scuola primaria fino all’Esame di Stato della secondaria superiore e all’Università. Non sempre tuttavia è chiara la distinzione fra una mappa concettuale, strumento impiegato per la ricerca e la formazione da J. Novak, e la mappa mentale, rappresentazione grafica del pensiero, teorizzata da T. Buzan.

Le mappe concettuali e mentali sono strumenti per l’apprendimento e il loro scopo è quello di conferire una struttura logico-concettuale a un insieme di informazioni destrutturate. Per la loro caratteristica di rendere visibile il pensiero, esse assumono valenza come strumenti di organizzazione della conoscenza nell’ottica di un apprendimento significativo.

Le mappe e gli organizzatori grafici della conoscenza come strumenti di supporto per lo studio, infatti, si trovano esplicitamente citate nelle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione dove si legge:

«Altrettanto valore deve essere dato alla strategia di utilizzare mappe e schemi e nel sollecitarne l’adozione durante le interrogazioni.

Organizzare un semplice discorso orale su un tema affrontato in classe con un breve intervento preparato in precedenza o un’esposizione su un argomento di studio utilizzando una scaletta». (MIUR, 2012 pag.32)

Le Indicazioni nazionali, riferendosi ai traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado, danno importanza all’acquisizione di queste competenze: «Espone oralmente all’insegnante e ai compagni argomenti di studio e di ricerca, anche avvalendosi di supporti specifici (schemi, mappe, presentazioni al computer, ecc.)». (MIUR,2012, pag.33)

Ed ancora nelle Indicazioni nazionali riguardanti gli obiettivi specifici di apprendimento concernenti le attività e gli insegnamenti compresi nei piani degli studi previsti per i percorsi liceali, si pone fortemente l’accento sulla necessità di apprendere in modo significativo:

«Va da sé, naturalmente, che competenze di natura metacognitiva (imparare ad apprendere), relazionale (sapere lavorare in gruppo) o attitudinale (autonomia e creatività) non sono certo escluse dal processo, ma ne costituiscono un esito indiretto, il cui conseguimento dipende dalla qualità del processo stesso attuato nelle istituzioni scolastiche». (MIUR, 2010, p. 8)

«La rivendicazione di una unitarietà della conoscenza, senza alcuna separazione tra “nozione” e sua traduzione in abilità, e la conseguente rinuncia ad ogni tassonomia. Conoscere non è un processo meccanico, implica la scoperta di qualcosa che entra nell’orizzonte di senso della persona che “vede”, si “accorge”, “prova”, “verifica”, per capire. Non è (non è mai stata) la scuola del nozionismo a poter essere considerata una buona scuola. Ma è la scuola della conoscenza a fornire gli strumenti atti a consentire a ciascun cittadino di munirsi della cassetta degli attrezzi e ad offrirgli la possibilità di sceglierli e utilizzarli nella realizzazione del proprio progetto di vita». (MIUR, 2010, pag. 9-10)

Le mappe, infine, sono presenti in modo esplicito nelle Linee guida 2011, documento che accompagna la Legge 170/2010, nelle quali sono comprese nell’elenco degli strumenti compensativi utili per l’apprendimento degli alunni con DSA.

Le mappe, quindi, sono strumenti che sostengono l’apprendimento di tutti gli alunni, non solo di quelli con difficoltà e possono essere utilizzate agevolmente dagli insegnanti curricolari nella didattica per tutta la classe. Proprio per la loro connotazione, struttura e logica (la teoria dell’apprendimento significativo) ben si adattano ad una didattica inclusiva e significativa attraverso cui guidare gli alunni a porsi domande, ipotizzare, analizzare, stabilire connessioni, concettualizzare, verificare ipotesi.

Sono soprattutto gli alunni della scuola secondaria di secondo grado ad essere consapevoli della validità dello strumento “mappa” anche in previsione del percorso di studi universitario. Ciò è in linea con quanto espresso nel Profilo educativo, culturale e professionale dello studente liceale, che definisce i risultati di apprendimento comuni all’istruzione liceale:

«Aver acquisito un metodo di studio autonomo e flessibile, che consenta di condurre ricerche e approfondimenti personali e di continuare in modo efficace i successivi studi superiori, naturale prosecuzione dei percorsi liceali, e di potersi aggiornare lungo l’intero arco della propria vita. Essere consapevoli della diversità dei metodi utilizzati dai vari ambiti disciplinari ed essere in grado valutare i criteri di affidabilità dei risultati in essi raggiunti. Saper compiere le necessarie interconnessioni tra i metodi e i contenuti delle singole discipline». (MIUR, 2010, p. 8, Nota 1)

l'articolo continua nel pdf

File da scaricare

Loescher per la Didattica Inclusiv


  • - Francese -Quaderni LiBES di Ca' FoscariSecondaria 1° grado
    - Francese -

    Quaderni LiBES di Ca' Foscari
    Secondaria 1° grado

  • - Storia -Materiali per BES e DSASecondaria 1° grado
    - Storia -

    Materiali per BES e DSA
    Secondaria 1° grado

  • - Francese -Materiali per BES e DSASecondaria 1° grado
    - Francese -

    Materiali per BES e DSA
    Secondaria 1° grado

  • - Tedesco -Per la scuola delle competenzeMateriali per BES e DSASecondaria 1° grado
    - Tedesco -

    Per la scuola delle competenze
    Materiali per BES e DSA
    Secondaria 1° grado

  • 13. Lingue straniere e disturbi specifici dell'apprendimentoUn quadro di riferimento per la progettazione di materiali glottodidattici accessibiliSecondaria 1° e 2° grado
    13. Lingue straniere e disturbi specifici dell'apprendimento

    Un quadro di riferimento per la progettazione di materiali glottodidattici accessibili
    Secondaria 1° e 2° grado

  • - Italiano Storia e Antologia della letteratura -Materiali per BESSecondaria 2° grado
    - Italiano Storia e Antologia della letteratura -

    Materiali per BES
    Secondaria 2° grado

  • - Italiano Antologia -Materiali per BESSecondaria 1° grado
    - Italiano Antologia -

    Materiali per BES
    Secondaria 1° grado

  • - Storia -Materiali per BES e DSASecondaria 1° grado
    - Storia -

    Materiali per BES e DSA
    Secondaria 1° grado

  • - Italiano Grammatica -Idee in classe: Studiare con metodo + BES e DSASecondaria 1° grado
    - Italiano Grammatica -

    Idee in classe: Studiare con metodo + BES e DSA
    Secondaria 1° grado

  • - Scienze -Materiali per BES e DSASecondaria 1° grado
    - Scienze -

    Materiali per BES e DSA
    Secondaria 1° grado

  • - Italiano Antologia -Materiali per BES e DSASecondaria 1° grado
    - Italiano Antologia -

    Materiali per BES e DSA
    Secondaria 1° grado

  • - Tedesco -Materiali per BES e DSASecondaria 1° grado
    - Tedesco -

    Materiali per BES e DSA
    Secondaria 1° grado

  • - Geografia -Materiali per BES e DSASecondaria 1° grado
    - Geografia -

    Materiali per BES e DSA
    Secondaria 1° grado

  • - Storia -Materiali per BES e DSASecondaria 1° grado
    - Storia -

    Materiali per BES e DSA
    Secondaria 1° grado

  • - Italiano Antologia -Dossier dislessia e materiali per BESSecondaria 1° grado
    - Italiano Antologia -

    Dossier dislessia e materiali per BES
    Secondaria 1° grado

  • - Geografia -Materiali per BES e DSASecondaria 1° grado
    - Geografia -

    Materiali per BES e DSA
    Secondaria 1° grado

  • - Spagnolo -Quaderni LiBES di Ca' FoscariSecondaria 1° grado
    - Spagnolo -

    Quaderni LiBES di Ca' Foscari
    Secondaria 1° grado

  • - Storia -Materiali per BES e DSASecondaria 1° grado
    - Storia -

    Materiali per BES e DSA
    Secondaria 1° grado

  • 25. La didattica inclusivaProposte metodologiche e didattiche per l'apprendimentoSecondaria 1°e 2° grado
    25. La didattica inclusiva

    Proposte metodologiche e didattiche per l'apprendimento
    Secondaria 1°e 2° grado

  • - Spagnolo -Per la scuola delle competenzeAlgo más fácil (BES-DSA)Secondaria 1° grado
    - Spagnolo -

    Per la scuola delle competenze
    Algo más fácil (BES-DSA)
    Secondaria 1° grado

  • - Tedesco -Materiali per BES e DSASecondaria 1° grado
    - Tedesco -

    Materiali per BES e DSA
    Secondaria 1° grado

  • - Italiano Grammatica -Materiali per BESSecondaria 1° grado
    - Italiano Grammatica -

    Materiali per BES
    Secondaria 1° grado

  • - Italiano Grammatica -Materiali per BES e DSASecondaria 1° grado
    - Italiano Grammatica -

    Materiali per BES e DSA
    Secondaria 1° grado

  • - Tedesco -Quaderni LiBES di Ca’ FoscariSecondaria 2° grado
    - Tedesco -

    Quaderni LiBES di Ca’ Foscari
    Secondaria 2° grado

  • - Storia -Materiali per BES e DSASecondaria 1° grado
    - Storia -

    Materiali per BES e DSA
    Secondaria 1° grado

  • - Geografia -Lezioni adattate per una didattica su misuraSecondaria 1° grado
    - Geografia -

    Lezioni adattate per una didattica su misura
    Secondaria 1° grado

  • - Scienze -Lezioni facilitateSecondaria 1° grado
    - Scienze -

    Lezioni facilitate
    Secondaria 1° grado

  • - Italiano Grammatica -Materiali per BES e DSASecondaria 2° grado
    - Italiano Grammatica -

    Materiali per BES e DSA
    Secondaria 2° grado

  • - Tedesco -Materiali per BES e DSASecondaria 1° grado
    - Tedesco -

    Materiali per BES e DSA
    Secondaria 1° grado

  • - Italiano Antologia -Materiali per BESSecondaria 2° grado
    - Italiano Antologia -

    Materiali per BES
    Secondaria 2° grado

  • - Spagnolo - Con quaderni delle competenzeAlgo para ti (DSA)Secondaria 1° grado
    - Spagnolo -

    Con quaderni delle competenze
    Algo para ti (DSA)
    Secondaria 1° grado

  • 03. Elementi generali di approfondimento sui Bisogni Educativi Speciali nel contesto italianoIntegrazione, inclusione, successo formativoSecondaria 1°e 2° grado
    03. Elementi generali di approfondimento sui Bisogni Educativi Speciali nel contesto italiano

    Integrazione, inclusione, successo formativo
    Secondaria 1°e 2° grado

  • - Francese -Idee in classe + BES e DSASecondaria 1° grado
    - Francese -

    Idee in classe + BES e DSA
    Secondaria 1° grado

  • - Matematica -Materiali per BES e DSASecondaria 1° grado
    - Matematica -

    Materiali per BES e DSA
    Secondaria 1° grado

  • - Italiano Grammatica -Materiali per BES e DSASecondaria 1° grado
    - Italiano Grammatica -

    Materiali per BES e DSA
    Secondaria 1° grado

  • - Spagnolo -Materiali per BES e DSASecondaria 2° grado
    - Spagnolo -

    Materiali per BES e DSA
    Secondaria 2° grado

  • - Geografia -Materiali per BES e DSASecondaria 1° grado
    - Geografia -

    Materiali per BES e DSA
    Secondaria 1° grado